Il Trasloco



E’ strano come nella vita di Michela e nella mia accadano le stesse cose nello stesso momento.

Dalle cose più importanti, la nascita del primo figlio a distanza di pochissimo tempo l’una dall’altra, alle cose più banali, lo stesso outfit per un appuntamento… e adesso nuovamente: traslochiamo lo stesso giorno.

Il trasloco è la terza fonte di stress psicologico per la persona e posso capire perché. Mi sono fermata a pensare a quanti traslochi ho fatto nella mia vita e sono arrivata a contarne 24 (tra nazionali ed internazionali), direi un buon numero.

Ho ormai un metodo collaudato, più o meno funzionale, per evitare di farmi prendere dal panico.

Inizio subito a recuperare il materiale per l’imballo e contemporaneamente inizio l’attività di decluttering più grossa, elimino, smisto, regalo, butto, tutto ciò che è all’esterno e poi mi concentro sugli elementi presenti nei cassetti e negli armadi.

Poi inscatolo, etichetto e archivio. Non so se sia un metodo efficace ma la mia esperienza sul campo mi ha fatto diventare rapida e pragmatica.

A volte è difficile lasciare andare alcuni oggetti, che in realtà sono ricordi, pensieri, momenti, persone; a volte eliminare alcune cose invece è quasi terapeutico.

Cambiare casa è un po’ come mettere la propria vita in uno scatolone e spostarla in un altro luogo ma alla fine, dopo tutti questi cambiamenti, mi chiedo… è più importante dove siamo o chi siamo?

Positive mind, positive vibes, positive life

CO∙UP Interiors & On Staging


4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti